| Stampa |

"La mia Juventus" di G. Boniperti

 

DAL LIBRO "LA MIA JUVENTUS" di GIAMPIERO BONIPERTI

Nel 1948 venne alla Juventus Manente e fu il principio della ricostruzione juventina. Un ottimo acquisto, quello di Manente: un terzino di alta classe.

Molti hanno voluto far confronti fra lui e Bertuccelli. La mia opinione è che Bertuccelli fosse più brillante, ma Manente più classico.

La prova ne è che, sparita la brillantezza, Bertuccelli rimase con poco, mentre a Manente la classe rimase nel tempo, permettendogli, da anziano, di giocare persino all'attacco!

Un giocatore a sangue freddo che vedeva mirabilmente il gioco ed era pratico, concedendo poco alla galleria.


Giampiero Boniperti (1958)